Header
Corso Fotografia Digitale: GLI ISTOGRAMMI, QUESTI SCONOSCIUTI
in: Fotografia Digitale  So/Code: Generico Data: 24/08/2010
Ora: 13.50
Articolo visualizzato: 5528 volte


Introduzione

Un istogramma di una fotografia digitale, non è altro che la rappresentazione grafica della distribuzione dei toni presenti in un’immagine. Ogni fotografia, presenta una gamma di toni che vanno dal bianco brillante al nero assoluto e, quindi ogni pixel che compone l’immagine si trova in un punto preciso all’interno di questa gamma di valori.

Grazie all’istogramma, il fotografo, può dunque avere un’immediata visuale sulla distribuzione dei pixel della foto e rendersi così immediatamente conto di eventuali problemi.

Rappresentazione della scala

Da un punto di vista rappresentativo, l’istogramma è un grafico sul cui asse delle X, troviamo la scala dei toni che da sinistra verso destra vanno dal nero assoluto al bianco brillante, mentre sull’asse delle Y è indicata la quantità di pixel che hanno quel determinato valore di luminosità.

Interpretazione dell’istogramma

La prima cosa da ricercare in un istogramma quando se ne guarda uno è la presenza di tagli nella curva rappresentata, ovvero andare a vedere se la curva cade di colpo avendo picchi dei punti di estrema sinistra o estrema destra dell’asse delle X.

 

Se l’istogramma è “tagliato” verso sinistra, vuol dire che nella foto ci sono molti pixel totalmente neri e quindi sono presenti alte zone scure e senza dettagli. Questo problema prende il nome di Ombre Tagliate.

Istogramma di un’immagina che presenta il problema della “Ombre Tagliate

Se invece l’istogramma è “tagliato” verso destra, il problema è ancora più grave, ci si trova infatti, di fronte ad un immagine con ampie zone completamente bianche, quindi nettamente sovraesposte e completamente prive di dettagli. Questo difetto dell’immagine viene chiamato Alte Luci Tagliate ed accade quando la fotocamera non espone bene il soggetto.

Istogramma di un’immagina che presenta il problema della “Alte luci Tagliate”

Le alte luci tagliate, sono quasi impossibili da recuperare, anche in post produzione con un programma di fotoritocco, perché il dettaglio delle zone sovraesposte è perso per sempre.

Se invece la curva dell’istogramma è armoniosa, ovvero decresce dolcemente verso sinistra e verso destra, è più probabile che ci troviamo di fronte ad una fotografia esposta correttamente, ben contrastata e ricca di dettagli.

Istogramma di un’immagina che non presenta problemi di esposizione rilevanti

Visualizzare l’istogramma di una fotografia

Ormai la maggior parte delle moderne fotocamere compatte, consente di visualizzare l’istogramma dell’immagine che si sta per scattare direttamente attraverso il Live View (ovvero la modalità che consente alla fotocamera di visualizzare sul display LCD la scena che si sta riprendendo),

Istogramma visualizzato in Live View

Nelle reflex, invece, la possibilità di visualizzare l’istogramma in anteprima è presente raramente, questo perché sono ancora pochi i modelli che permettono il Live View. In questi casi è necessario quindi effettuare un nuovo scatto una volta applicate le correzioni del caso.

Perché utilizzare gli istogrammi?

Un errore comune che si commette, specialmente quando si è alle prime armi, è quello di affidarsi completamente al piccolo schermo LCD delle fotocamere, per valutare in anteprima la qualità di un’immagine. Questo è un errore che in tanti hanno pagato caro. Infatti, è davvero difficile riscontrare il problema delle ombre tagliate o delle alte luci bruciate, su di un display così piccolo e spesso in condizioni di forte luce solare e riflessi che rendono difficilissima la valutazione della foto.

Ecco che se si vuole avere un riscontro immediato sulla correttezza dello scatto, bisogna affidarci alla valutazione degli istogrammi. (Un altro aiuto è stato introdotto di recente dai produttori delle fotocamere per la valutazione della qualità dell’immagine da parte dei fotografi. Infatti i pixel che si trovano nelle aree critiche di luminosità, in fase di preview sul display LCD, lampeggiano. Vengono così messe in risalto).

Come correggere al volo i problemi riscontrati

Come accennato prima, io problemi delle Ombre Tagliate e, ancor di più quello delle Alte Luci Bruciate, sono molto difficili da correggere in post produzione e, addirittura in alcuni casi, impossibili da recuperare.

E’ dunque necessario intervenire al momento dello scatto per ovviare ad eventuali problemi riscontrati grazie all’istogramma.

Quando siamo di fronte ad un’immagine il cui istogramma è tagliato verso destra, ovvero abbiamo il problema delle alte luci bruciate, è necessario applicare una compensazione dell’esposizione negativa di intorno a 0.3EV (ovviamente il valore esatto dipende dalle condizioni e quindi la sua valutazione è lasciata all’occhio del fotografo). Applicata tale correzione e, ripetuto lo scatto, la curva dell’istogramma dovrebbe essere più armoniosa.

La stessa procedura va eseguita anche di fronte ad un’immagine il cui istogramma è tagliato verso sinistra, ovvero è presente il problema delle Ombre Tagliate, anche se la compensazione dell’esposizione deve però essere negativa.

Nei casi più estremi, è possibile che alcune immagini presentino sia il problema delle Ombre Tagliate che delle Alte Luci Bruciate, in questo caso è sempre meglio cercare di compensare con una correzione negativa dell’esposizione, al fine di armonizzare il più possibile il grafico verso destra, visto che come detto prima, la correzione del problema delle alte luci tagliate è quasi impossibile da correggere in post produzione. Comunque anche in questi casi è lasciato al fotografo la ricerca del giusto compromesso, anche in relativamente a quello che è il risultato desiderato.

Commenti Commenti (0) | User Autore: Flavio Mandato (Datacom)
Tags: fotografia digitale istogramma istogrammi live view compensazione EV ombre tagliate alte luci bruciate scala toni luminosità nero assoluto bianco brillante





Articoli Correlati
Presentazione della Sezione - Fotografia Digitale
Corso Fotografia Digitale: GLI ISTOGRAMMI, QUESTI SCONOSCIUTI
Iridium Flares questi sconosciuti!
Fotografia Digitale - Che cosa è la Lunghezza focale?
Evento Apple sull’istruzione: iBooks 2, iBooks Author e iTunes U App

Commenti

Scrivi Commento
Codice Verifica

Commento massimo 5000 caratteri.(Tutti i campi contrassegnati da * sono obbligatori).

   

Ricerca

Glossario Naviga nel nostro glossario!
Scopri il gergo dei Geek!


 ULTIMI ARTICOLI

195 giorni fa
416 giorni fa

 [EN] Last Articles

 Siti Amici

Visita il Blog Roll
Contattaci! Diventa nostro amico!



 Hot Downloads


 Categorie

85
163
58
87
13
2
20
36
1
2
5
5
128
7
24
15
62
45

 Code

11
11
3
6
2
24
1
7

 Games

19
45
13

 GUIDE


 Novità Downloads

70
68
3830

 Tags Cloud

nuovo regala file Android facebook geohot economico Tablet hack utenti WMC iphone low k3w2 Android p2p ce twit basso



 CopyRight

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido! [Valid RSS] Creative Commons License


Geek-Blog by Flavio Mandato, Giuseppe Vaccaro, Guido Camerlingo, Stefano Natale, Domenico Cavallo is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.geek-blog.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.geek-blog.it/

Disclaimer - Responsabilità - Pagina generata in 0.113 secondi. Geek-Blog.it