Header
Assange - L'arresto, la Svezia, gli USA e la libertà di parola
in: News Geek-Blog  So/Code: Generico Data: 08/12/2010
Ora: 12.46:28
Articolo visualizzato: 2008 volte

<<Cut us down and the stronger we become>>

Spegneteci e torneremo più forti. E' quello che si legge in un post su twitter di wikileaks. Chiara è forte è la risposta dell'esercito Jedi a disposizione di Wikileaks i quali hanno una lista di mirror al quale è possibile raggiungere il sito: sono 748 (8 dic 2010) la lista è qui (http://wikileaks.ch/mirrors.html).

Dopo che Assange si è costituito a Scotland Yard, Wikileaks non si ferma e non ha intenzione di farlo, Julian è in carcere è resterà fino al 14, giorno in cui se ne deciderà la sorte. Intanto la svezia ha avviato le procedure per l'estradizione per le ridicole accuse(pretesa) ormai chiare e alla luce del sole.

I contatti tra Svezia e USA sembra ci siano stati in via informale,anche se le smentite svedesi sono arrivate puntuali. Gli USA vogliono l'estradizione per non si sa quale accusa,forse spionaggio, ma non è chiaro neanche agli stessi americani quali sarebbe i capi di accusa. 

Giorni di fuoco per la libertà di espressione, per la verità, per la lotta contro i sistemi, per la condivisione del sapere che è un diritto di ogni essere umano. Giorni in cui gli attacchi a Wikileaks e ai suoi fondi non hanno avuto tregua. E' la strategia della guerra accerchiamento,attacco e taglio dell'approvvigionamento, l'arte in cui gli americani sanno bene come,quando e cosa fare. Ma non basta, la rete è uno strumento talmente libero e forte che per fermarlo bisognerebbe spegnerlo, il che causerebbe il caos è la distruzione del sistema.

Intanto il governo Australiano offre assistenza a Julian, come farebbe con qualsiasi altro cittandino, e con Kevin Rudd,ministro degli Esteri, sostiene che il governo americano sia responsabile della fuga dei documenti. Julian, dal suo, attacca il governo austrauliano accusandolo di essere al servizio degli USA e non dei propri cittadini.

Per fortuna che al governo americano ci sono dei democratici,i primi accusatori perchè forse troppo feriti nell'orgoglio americano, senza parlare dei conservatori.

I giochi di potere si vedono e sono chiari, le azioni e le reazioni di tutti i paesi coinvolti dimostrano di più di quanto possa fare un documento scritto. Lo si legge negli occhi delle capitali l'imbarazzo e l'impotenza di fronte agli USA e ai proprio cittandini. Dagli USA perchè incapaci di agire, dai cittandini delle rispettive nazioni perchè senza parole di fronte al servilismo dimostrato per gli Americani.

 A sentir le dichiarazione di certi esponenti io confido di non essere cittadino di nessuna nazione, di essere al servizio di nessun paese, ripudio  la mia cittadinanza e la mia nazionalità e mi ridichiaro ancora una volta libero e figlio, soldato e uomo dell'unico mondo libero. LA RETE.

http://wikileaks.ch/support.html

Commenti Commenti (0) | User Autore: Guido Camerlingo (Guiz)
Tags: julian assange wikileaks arresto estradizione svezia usa americani inglesi accuse estradizione





Articoli Correlati
Assange - L'arresto, la Svezia, gli USA e la libertà di parola
Assange - Libero su cauzione
Wikileaks - I fatti informatici, ricercato Julian Assange in 188 paesi
Operation PayBack - L'organizzazione degli attacchi
Android Market - Accoglie l'applicazione di Wikileaks

Commenti

Scrivi Commento
Codice Verifica

Commento massimo 5000 caratteri.(Tutti i campi contrassegnati da * sono obbligatori).

   

Ricerca

Glossario Naviga nel nostro glossario!
Scopri il gergo dei Geek!


 ULTIMI ARTICOLI

492 giorni fa
713 giorni fa

 [EN] Last Articles

1011 giorni fa
 Siti Amici

Visita il Blog Roll
Contattaci! Diventa nostro amico!



 Hot Downloads


 Categorie

85
163
58
87
13
2
20
36
1
2
5
5
128
7
24
15
62
45

 Code

11
11
3
6
2
24
1
7

 Games

19
45
13

 GUIDE


 Novità Downloads

71
69
3864

 Tags Cloud

store giornali vision if buco php iphone, apple riviste php iphone, php array if Hopkins nero secondo assorbe



 CopyRight

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido! [Valid RSS] Creative Commons License


Geek-Blog by Flavio Mandato, Giuseppe Vaccaro, Guido Camerlingo, Stefano Natale, Domenico Cavallo is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.geek-blog.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at http://www.geek-blog.it/

Disclaimer - Responsabilità - Pagina generata in 0.053 secondi. Geek-Blog.it